GESTIONE DEL DOLORE

Gli stati d’ansia dei cani possono alterare la misurazione del dolore nel post-operatorio

Un recente studio ha analizzato nei cani gli stati di ansia e stress preoperatori e postoperatori correlandoli al dolore misurato tramite scores CMPS-SF. Sembra che gli stati d’ansia siano amplificati durante il periodo postoperatorio.

Pubblicato il
, diAndrea Torrisi

La valutazione del dolore nei pazienti veterinari rimane una sfida. Data la natura soggettiva dell’esperienza del dolore e l’incapacità degli animali di riferire queste sensazioni, per guidare correttamente la gestione del dolore ci si affida alle osservazioni comportamentali

Recentemente sono stati messi a punto alcuni strumenti utili per la valutazione del dolore, convalidati sia nei cani che nei gatti. Tuttavia, diversi fattori possono invalidare la precisione di queste valutazioni. Le scale di valutazione sono convalidate in condizioni specifiche, e il loro corretto utilizzo e la loro precisione possono essere influenzate da età, razza e temperamento dell’animale, nonché dagli effetti dei farmaci anestetici e dall’esperienza dell’esaminatore

La Glasgow Composite Measure Pain Scale – Short Form (CMPS-SF) è una scala del dolore basata sul comportamento dell’animale, è valida in diversi ambiti ed è ampiamente utilizzata come standard clinico per la valutazione del dolore acuto nei cani.  

L’ansia è una risposta emotiva in previsione di uno stimolo o di una situazione che l’animale percepisce come pericolosi, e ciò può portare a stress che si ripercuote a livello somatico e comportamentale. Molti animali mostrano paura e/o ansia nel contesto ambulatoriale, e tali stati emotivi possono influenzare il modo in cui viene vissuto e percepito il dolore. È stato suggerito che nei cani l’uso di scale di valutazione del dolore basate sul comportamento possono essere influenzate dalla presenza di ansia.

Stato d’ansia al basale e nel postoperatorio

Sebbene lo stato d’ansia sia un aspetto del comportamento contemplato quando l’animale viene visitato, non è ancora del tutto chiaro il suo impatto sull’uso degli strumenti di valutazione del dolore basati sul comportamento

A tale scopo, lo studio di Ellwood e Murison ha indagato l’effetto dell’ansia sugli stati di dolore e, in particolare, sull’utilizzo della scala CMPS-SF in cani ospedalizzati sottoposti ad intervento chirurgico per la gestione della malattia del ginocchio. L’ipotesi dello studio era che ai cani particolarmente ansiosi sarebbero stati assegnati punteggi relativi al dolore più elevati rispetto ai cani non ansiosi sottoposti a procedure chirurgiche simili.

Nello studio erano inclusi 18 cani in totale (età mediana di 5,72 anni), tutti sottoposti a procedure chirurgiche per il trattamento di malattie del ginocchio

La valutazione del dolore era effettuata utilizzando la scala CMPS-SF, mentre la valutazione dello stato d’ansia era eseguita tramite il sistema REF (Reactivity Evaluation Form) e tramite la scala VAS (Visual Analogue Scale). 

Sia per il sistema REF che per la scala VAS i cani con punteggi più alti erano designati come “High REF”/”High VAS”, e quelli che mostravano punteggi più bassi erano indicati come “Low REF”/”Low VAS”. Per entrambi i sistemi di valutazione, inoltre, gli autori prevedevano misurazioni prima e dopo l’intervento (preoperatorie e postoperatorie).

Dai risultati è emerso che non vi sono relazioni tra i livelli di ansia preoperatoria (quindi gli stati d’ansia al basale) e i punteggi associati al dolore misurati con la scala CMPS-SF.

Inoltre, lo studio ha evidenziato che i punteggi REF postoperatori erano significativamente più alti rispetto ai punteggi preoperatori, suggerendo un aumento generale dello stato d’ansia dopo l’intervento chirurgico

Tale aumento complessivo sembrava essere principalmente il risultato di un aumento dei punteggi relativi al gruppo “Low REF”, aumento che invece non è statoregistrato per il gruppo “High REF”. 

Allo stesso modo, un aumento statisticamente significativo è stato registrato nei punteggi VAS postoperatori nel gruppo “Low VAS”, ma non nel gruppo “High VAS”. Questo suggerisce che l’accrescimento dell’ansia nel periodo postoperatorio è maggiore nei cani che hanno il livello di ansia al basale inferiore.

Reference

Ellwood B, Murison PJ. Investigating the effect of anxiety on pain scores in dogs. Vet Anaesth Analg. 2022 Jan;49(1):135-142. doi: 10.1016/j.vaa.2021.07.005.

Esplora i contenuti più recenti
07_05_2024_Studio valuta effetto immunostimolante di un mix probiotico in cani sani
Studio valuta effetto immunostimolante di un mix probiotico in cani sani
30_04_2024_Microbiota, body condition score e consistenza delle feci nei gatti che vivono in rifugio
Microbiota, body condition score e consistenza delle feci nei gatti che vivono in rifugio
23_04_2024_Probiotici nel mondo veterinario stato dell'arte e applicazioni cliniche
Probiotici nel mondo veterinario: stato dell'arte e applicazioni cliniche
Consulta altri contenuti su
14_12_2023_Cavalli trattamento chiropratico su zoppia e dolore e disfunzione dello scheletro assiale
Cavalli: trattamento chiropratico su zoppia e dolore e disfunzione dello scheletro assiale
22_09_2023_L’importanza di un approccio multimodale nella gestione del dolore
L’importanza di un approccio multimodale nella gestione del dolore
13_09_2022_Gli stati d’ansia dei cani possono alterare la misurazione del dolore nel post-operatorio
Gli stati d’ansia dei cani possono alterare la misurazione del dolore nel post-operatorio
09_09_2022_Problemi comportamentali in cani e gatti sindromi dolorose da considerare
Problemi comportamentali in cani e gatti: sindromi dolorose da considerare
05_07_2022 - I trigliceridi a media catena nella riduzione delle crisi del cane epilettico
I trigliceridi a media catena nella riduzione delle crisi del cane epilettico
07_06_22 osteofiti cervicale cavallo
Rimozione chirurgica degli osteofiti intra-articolari dalle articolazioni cervicali
A_Gramenzi_Endocannabinoidi in Medicina Veterinaria
Endocannabinoidi in Medicina Veterinaria
13_05_22 linee guida dell’American Animal Hospital Association
Nuove linee guida dell’American Animal Hospital Association per la gestione del dolore di cani e gatti