Valutare e trattare le ferite in ambito veterinario

Una review pubblicata di recente ha fatto il punto sui fattori da considerare per valutare e, se possibile, migliorare la prognosi delle ferite e sui trattamenti disponibili per gestire le diverse fasi del processo di guarigione.

Pubblicato il
, diRaffaella Daghini
Grazie ai continui progressi nei trattamenti, la gestione delle ferite in ambito veterinario è un campo in rapida evoluzione. Il trattamento e la guarigione delle ferite dipendono da molti fattori, tra i quali la causa delle lesioni, le comorbilità presenti, la specie dell’animale, la disponibilità e i costi delle cure. Per scegliere il trattamento più opportuno è importante conoscere in modo approfondito il processo di guarigione delle ferite, per poter applicare l’intervento più efficace nella fase specifica.  Proprio al tema della gestione delle ferite, la veterinaria e chirurga statunitense Nicole J. Buote, della Cornell Unive...
Questo contenuto è riservato agli utenti iscritti al portale
oppure effettua l'accesso
Esplora i contenuti più recenti
Rischio infezione da <i>Escherichia coli</i> multiresistente in cani alimentati con carne cruda
Rischio infezione da Escherichia coli multiresistente in cani alimentati con carne cruda
Alterazioni delle funzioni immunitarie dovute allo stress da corsa nei cavalli purosangue
Alterazioni delle funzioni immunitarie dovute allo stress da corsa nei cavalli purosangue
Passare da una dieta estrusa a mildly cooked: gli effetti sul microbiota intestinale canino
Passare da una dieta estrusa a mildly cooked: gli effetti sul microbiota intestinale canino
Consulta altri contenuti su
Valutare e trattare le ferite in ambito veterinario
Valutare e trattare le ferite in ambito veterinario
Endocannabinoidi in Medicina Veterinaria
Endocannabinoidi in Medicina Veterinaria
Una dieta arricchita per migliorare i segni della dermatite atopica nei cani
Una dieta arricchita per migliorare i segni della dermatite atopica nei cani
La barriera cutanea nel cane: prima difesa contro gli agenti esterni
La barriera cutanea nel cane: prima difesa contro gli agenti esterni
Riparare la barriera cutanea nella dermatite atopica: stato dell’arte della ricerca
Riparare la barriera cutanea nella dermatite atopica: stato dell’arte della ricerca
I polisaccaridi lineari nelle lesioni croniche dell’epidermide
I polisaccaridi lineari nelle lesioni croniche dell’epidermide
Microbiota e dermatite atopica canina: due studi italiani all’IPC 2020 di Praga
Microbiota e dermatite atopica canina: due studi italiani all’IPC 2020 di Praga
Dermatite atopica canina: terapia combinata JAK-inibitore più steroide
Dermatite atopica canina: terapia combinata JAK-inibitore più steroide

ACCEDI

Inserisci le tue credenziali