Yorkshire terriers con enteropatia cronica: da studi su microbiota intestinale possibili nuove terapie

Sotto la lente l’indice di disbiosi e i profili metabolici fecali di cani di razza Yorkshire terriers: scoperte correlazioni con l’enteropatia cronica.

Pubblicato il
, diAndrea Torrisi

La malattia infiammatoria intestinale (IBD) nei cani rappresenta un gruppo di enteropatie caratterizzate da segni cronici di patologia gastrointestinale, dall’esclusione di cause di tipo sistemico, infettivo, endocrino e neoplastico, e dall’evidenza istopatologica di infiammazione della mucosa intestinale. 

L’eziologia della malattia non è del tutto chiara, si ritiene che derivi da una complessa interazione tra le caratteristiche genetiche dell’animale, fattori ambientali, sistema immunitario e microbioma intestinale

Una vasta gamma di microrganismi colonizza l’intestino e l’interazione tra questi e l’ospite è fondamentale dato che il microbioma intestinale ricopre un ruolo in diverse funzionalità dell’organismo, come nel metabolismo e nella protezione dagli agenti patogeni.

Disbiosi e profili metabolomici

L’indice di disbiosi (ID) è un test basato sulla PCR che valuta l’abbondanza totale dei microrganismi batterici intestinali e l’abbondanza di sette specifici taxa batterici con importanti funzioni metaboliche. 

Nel contesto del microbioma intestinale, lo studio della metabolomica, supportato anche dal ID, potrebbe portare a una maggiore comprensione dei vari meccanismi alla base della IBD e potrebbe fornire strumenti preziosi nella diagnosi clinica e nel trattamento. 

Disbiosi intestinale e cambiamenti nei profili metabolomici fecali, in particolare per quanto concerne il metabolismo di acidi grassi a catena corta e degli acidi biliari, sono stati riportati in cani affetti da IBD. Tuttavia, i dati, ad oggi, sono pochi e non del tutto chiari.

Yorkshire terrier a rischio IBD ed enteropatia cronica

Sebbene l’IBD e/o l’enteropatia cronica (EC) possano potenzialmente colpire qualsiasi cane, alcune razze mostrano fenotipi patologici specifici. Nei cani appartenenti alla razza Yorkshire terriers, in particolare, l’enteropatia si manifesta con segni clinici tipici associati a perdita di proteine a causa delle anomalie intestinali. 

Ciò ha portato alla definizione di una forma caratteristica di enteropatia associata alla razza Yorkshire terriers: “Yorkshire terrier enteropathy” (YTE).

Il microbioma fecale e i profili metabolomici in condizioni di YTE non sono stati ancora studiati e potrebbero differire rispetto a quanto è possibile rilevare in casi di enteropatia in altre razze canine.

Lo scopo dello studio di Galler et al., pubblicato su Scientific Report,  è stato quello di analizzare il metaboloma fecale e l’ID di cani Yorkshire terriers con YTE naïve al trattamento, confrontandoli con cani Yorkshire terriers sani.

I cani arruolati nel lavoro sono stati classificati in tre gruppi:

  • 14 cani con YTE attiva;
  • 11 cani con YTE in remissione clinica dopo il trattamento con specifico regime alimentare;
  • 26 cani sani (gruppo controllo).

I risultati dello studio evidenziavano che YTE si associava a disbiosi e ad aumento significativo degli acidi grassi (in particolare, docosanoato, gondoato, erucato, nervonato e linolenato) e degli steroli vegetali (campesterolo e brassicasterolo).

Nei cani affetti da YTE l’abbondanza del genere Fusobacterium, della specie Clostridium hiranonis e le concentrazioni fecali dell’acido biliare ursodesossicolico e del fitosterolo sitostanolo erano significativamente ridotte rispetto ai cani sani.

La disbiosi, la diminuzione di abbondanza di Fusobacterium e di Clostridium hiranonis e le ridotte concentrazioni fecali di acidi biliari e di steroli riscontrate in cani con YTE non sono stati ripristinati dopo la remissione clinica di malattia. Non è stata rilevata alcuna differenza statisticamente significativa nel ID o nei livelli di abbondanza di Fusobacterium e di Clostridium hiranonis tra cani YTE prima e dopo il trattamento.

Implicazioni future

Lo studio ha evidenziato cambiamenti caratteristici nel microbioma e nel profilo metabolico fecale di cani Yorkshire terriers con YTE. In particolare, è stato osservato uno squilibrio nel metabolismo degli acidi biliari, negli steroli e negli acidi grassi.

Date le importanti implicazioni che tali composti possono avere nell’infiammazione, condizione alla base delle IBD, si aprono nuovi potenziali scenari di studio che potrebbero fornire maggiore chiarezza sul ruolo di questi metaboliti nella patologia

La comprensione e il riconoscimento delle differenze peculiari che possono manifestarsi tra le diverse razze canine in relazione ad una determinata patologia può davvero offrire una grande opportunità di ottimizzazione dell’approccio terapeutico.

Reference

Galler AI, Suchodolski JS, Steiner JM, Sung CH, Hittmair KM, Richter B, Burgener IA. Microbial dysbiosis and fecal metabolomic perturbations in Yorkshire Terriers with chronic enteropathy. Sci Rep. 2022 Jul 28;12(1):12977. doi: 10.1038/s41598-022-17244-6.

Esplora i contenuti più recenti
24_01_2023_Cambiamenti dietetici repentini quali sono gli effetti sul microbiota intestinale del cane
Cambiamenti dietetici repentini: quali sono gli effetti sul microbiota intestinale del cane?
20_01_2023_Conservare la mobilità del cane promuovendo uno stile di vita sano
Conservare la mobilità del cane promuovendo uno stile di vita sano
17_01_2023_Urolitiasi nel gatto le conseguenze sulla morfologia dell’uretere
Urolitiasi nel gatto: le conseguenze sulla morfologia dell’uretere
Consulta altri contenuti su e
13_01_2023_Retriever ecco come cambia il microbiota intestinale a seconda della forma fisica
Retriever: ecco come cambia il microbiota intestinale a seconda della forma fisica
10_01_2023_Parodontopatie nei Beagle scoperta correlazione con microbiota orale
Parodontopatie nei Beagle: scoperta correlazione con microbiota orale
06_01_2023_Yorkshire terriers con enteropatia cronica da studi su microbiota intestinale possibili nuove terapie
Yorkshire terriers con enteropatia cronica: da studi su microbiota intestinale possibili nuove terapie
27_12_2022_Come varia il microbiota intestinale dei cani a seconda del peso e della razza
Come varia il microbiota intestinale dei cani a seconda del peso e della razza
13_12_2022_Diarrea acuta del cane il confronto tra antibiotici e nutraceutici
Diarrea acuta del cane: il confronto tra antibiotici e nutraceutici
09_12_2022_Il metaboloma del gatto con insufficienza renale e calcoli urinari di ossalato di calcio
Il metaboloma del gatto con insufficienza renale e calcoli urinari di ossalato di calcio
02_12_2022_Antibiotici e microbiota fecale nei cani dinamiche dell’antimicrobico resistenza nel tempo
Antibiotici e microbiota fecale nei cani: dinamiche dell’antimicrobico resistenza nel tempo
25_11_2022_L’approccio nutrizionale mirato nel cane affetto da disturbi d’ansia
L’approccio nutrizionale mirato nel cane affetto da disturbi d’ansia

ACCEDI

Inserisci le tue credenziali