NUTRIZIONE

Effetti di una integrazione di beta-glucano estratto dall’avena sui cani

Il beta-glucano da avena come integratore alimentare riduce le concentrazioni ematiche di colesterolo totale, LDL e VLDL.

Pubblicato il
, diGiulia Pignataro

I beta-glucani rappresentano uno dei principali componenti strutturali della parete cellulare di funghi, lieviti e cereali, oltre che di alcuni batteri e alghe; diversi studi condotti sull’uomo e sui topi hanno valutato la capacità del beta-glucano di influenzare  processi fisiologici e metabolici dell’organismo, come la stimolazione della sazietà, la riduzione delle concentrazioni di glucosio e colesterolo nel sangue e la diminuzione del peso corporeo.

Pochi studi hanno però dimostrato le prestazioni dei beta-glucani come agenti immunomodulatori, capacità dovuta al riconoscimento del beta-glucano come pattern molecolare associato a un patogeno (PAMP, Pathogen-Associated Molecular Pattern) da parte di diverse cellule del sistema immunitario.

La facoltà di Lavras, in Brasile, ha condotto uno studio in cui lo scopo era quello di valutare gli effetti dell’integrazione alimentare con beta-glucano estratto dall’avena su parametri fisiologici, metabolici, immunologici e nutrizionali di cani adulti.

A tale scopo, quattordici cani sono stati alimentati per 71 giorni con una dieta di controllo o con una dieta integrata con l’1% di beta-glucano. Sono state determinate le concentrazioni sieriche di glucosio, colesterolo totale e frazioni lipoproteiche, nonché le concentrazioni plasmatiche del peptide YY e della grelina. Inoltre, sono stati valutati il coefficiente di digeribilità apparente dei macronutrienti (l’assunzione di cibo e la produzione fecale, il punteggio della consistenza delle feci e il loro pH.

Per la valutazione delle variabili immunologiche, sono state determinate le concentrazioni sieriche di IL-4 e interferone gamma nei giorni 0, 57 e 71, che corrispondevano rispettivamente alla raccolta del sangue prima dell’integrazione di beta-glucano e a 7 e 14 giorni dopo la prima e la seconda dose di vaccinazione contro la tosse canina.

Betaglucani: ipocolesterolemizzanti e immunomodulatori

Gli animali alimentati con la dieta integrata hanno mostrato concentrazioni sieriche più basse di colesterolo totale e delle lipoproteine a bassa e bassissima densità, coefficienti più bassi di digeribilità apparente della sostanza secca, della sostanza organica, della sostanza minerale e dell’estratto con etere, una maggiore produzione fecale e una minore consistenza delle feci, nonché una tendenza alla diminuzione del coefficiente di digeribilità apparente della proteina grezza..

È stata poi osservata una riduzione delle concentrazioni sieriche di IL-4 negli animali alimentati con la dieta integrata con betaglucano sette giorni dopo la prima dose di vaccino. Questo risultato suggerisce che il betaglucano utilizzato sia in grado di inibire lo sviluppo di una risposta Th2.

In generale, in base ai risultati osservati nel presente studio, si suggerisce che l’uso di beta-glucano da avena come integratore alimentare abbia effetti benefici sui cani, soprattutto grazie alla riduzione delle concentrazioni ematiche di colesterolo totale, LDL e VLDL e, probabilmente, modulando positivamente la risposta  dei cani ai vaccini..

Inoltre, la dieta integrata ha comportato un aumento nel numero di globuli rossi, la percentuale di ematocrito e la concentrazione di emoglobina 21 giorni dopo la vaccinazione, nonché una minore concentrazione sierica di interleuchina-4 sette giorni dopo la vaccinazione.

Si conclude che l’estratto di beta-glucano d’avena può essere utilizzato come integratore alimentare per i cani alla dose di 10 g/kg di alimento, dimostrando un potenziale di utilizzo nell’alimentazione degli animali obesi.

Reference

Reference: Ferreira LG, Endrighi M, Lisenko KG, de Oliveira MRD, Damasceno MR, Claudino JA, et al. (2018) Oat beta-glucan as a dietary supplement for dogs. PLoS ONE 13(7): e0201133. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0201133

Esplora i contenuti più recenti
16_07_2024_Attenuazione della restrizione di fosforo in gatti con malattia renale cronica e ipercalcemia ionizzata
Attenuazione della restrizione di fosforo in gatti con malattia renale cronica e ipercalcemia ionizzata
09_07_2024_Effetto antiossidante di S-acetil-glutatione fermentativo e silibina in cani con malattie epatiche
Effetto antiossidante di S-acetil-glutatione fermentativo e silibina in cani con malattie epatiche
L'approccio nutrizionale in caso di enteropatia cronica: criteri generali
L'approccio nutrizionale nell'enteropatia cronica: criteri generali
Consulta altri contenuti su
16_07_2024_Attenuazione della restrizione di fosforo in gatti con malattia renale cronica e ipercalcemia ionizzata
Attenuazione della restrizione di fosforo in gatti con malattia renale cronica e ipercalcemia ionizzata
04_06_2024_Gatti studio valuta effetti di dieta idrolizzata e farmaci per vomito o diarrea cronici
Gatti: studio valuta effetti di dieta idrolizzata e farmaci per vomito o diarrea cronici
14_05_2024_Cani e nutrizione Impatto delle diverse fonti di amido
Cani e nutrizione: Impatto delle diverse fonti di amido
07_05_2024_Studio valuta effetto immunostimolante di un mix probiotico in cani sani
Studio valuta effetto immunostimolante di un mix probiotico in cani sani
20_03_2024_Dieta per cani con enteropatie croniche quanto “pesa” il fattore costi
Dieta per cani con enteropatie croniche: quanto “pesa” il fattore costi?
16_02_2024_Colite acuta nel cane gestione nutrizionale Vs metronidazolo
Colite acuta nel cane: gestione nutrizionale Vs metronidazolo
26_01_2024_Concentrato di proteine del riso come fonte amminoacidica per gatti adulti
Concentrato di proteine del riso come fonte amminoacidica per gatti adulti
09_01_2024_Saccharomyces cerevisiae probiotico per supportare la funzionalità intestinale dei cani 
Saccharomyces cerevisiae: probiotico per supportare la funzionalità intestinale dei cani